I fisici israeliani creano un buco nero in laboratorio per dimostrare che Stephen Hawking aveva ragione.

hawking

Per decenni, gli scienziati hanno continuato a essere disorientati dalle proprietà sfuggenti dei buchi neri. Che siano piccole, medie o supermassicce, le ipotesi sui buchi neri spesso incontrano ostacoli poiché la loro distanza dalla Terra e le loro proprietà distintive rendono impossibile per gli esseri umani o gli oggetti di fabbricazione umana avvicinarsi a uno da vicino. Gli scienziati hanno quindi iniziato a creare buchi neri artificiali all'interno dei laboratori per studiarne le proprietà. E uno di questi esperimenti, condotto da scienziati del Technion-Israel Institute of Technology, ha dimostrato che Stephen Hawking aveva sempre avuto ragione sui buchi neri.

Cosa ha detto Stephen Hawking?

Astrofisici, fisici delle particelle e altri vari ricercatori credevano da tempo che un buco nero fosse una stella che collassa su se stessa. È stato teorizzato che un collasso della stella abbia creato una tale regione nello spazio-tempo in cui la gravità è così alta che nemmeno la luce può sfuggire. Una volta che le particelle di luce attraversano il punto di non ritorno - o orizzonte degli eventi - scompaiono nell'oscurità. Si ritiene quindi che i buchi neri siano mangiatori di stelle.

buco nero israeliano

Nel 1974, tuttavia, il fisico vincitore del premio Nobel Stephen Hawking teorizzò che i buchi neri non sono effettivamente così scuri come immaginato, ma invece emettevano una luce soffusa che era costante e non aveva altra fonte. Hawking ha teorizzato che all'orizzonte degli eventi, il buco nero stesso continuava a emettere un flusso costante di fotoni, noti come particelle virtuali, creando così un flusso di luce morbido ma costante, proprio come una stella. Queste particelle vengono create come risultato di fluttuazioni quantistiche transitorie, il che significa che esistono ma continuano a spuntare dentro e fuori dall'esistenza.

Questo fenomeno è stato soprannominato Hawking RadiationSebbene quest'ultimo fosse convinto di questa caratteristica di un buco nero, provare lo stesso finora era stato impossibile in quanto implicava lo studio di un vero buco nero nello spazio. 

Un buco nero analogico

Per studiare più da vicino il fenomeno, i fisici in Israele sono riusciti a creare un buco nero analogico cresciuto in laboratorio utilizzando alcune migliaia di atomi. Questo finto buco nero ha mostrato tutte le proprietà di un buco nero nello stato in cui si crede che esista nello spazio.

"Un buco nero dovrebbe irradiarsi come un corpo nero, che è essenzialmente un oggetto caldo che emette radiazioni infrarosse costanti ... Hawking ha suggerito che i buchi neri sono proprio come le stelle normali, che irradiano un certo tipo di radiazione tutto il tempo, costantemente. Dice il coautore dello studio Jeff Steinhauer Phys.org: "questo è ciò che volevamo confermare nel nostro studio e lo abbiamo fatto ". 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo

Cerca nel sito

2

Fabrizio Immorlano

Abbiamo 12 visitatori e nessun utente online

Internet Accredited Business - Click For Ratings